L’intimo maschile per valorizzare il fisico

intimo-uomo_8

Il dilemma di Amleto di William Shakespeare era essere o non essere. Oggi malgrado siano passati diversi secoli, un altro dilemma affligge molti uomini e nonostante gli sforzi ancora non ne sono venuti a capo: slip o boxer? Un vero problema! Perché non riguarda solo un aspetto puramente pratico ma anche e soprattutto una questione estetica. Si presta sempre molta attenzione alla lingerie femminile, al fatto che sia sexy, elegante e capace di esaltare le caratteristiche fisiche del gentil sesso. Ma chi lo dice che la stessa attenzione non debba essere prestata anche dagli uomini? Negli ultimi tempi, le donne incominciano ad essere sempre più esigenti nei confronti dei loro partner e sono sempre di più gli uomini che vogliono mostrarsi sempre in maniera impeccabile, fuori e dentro le lenzuola. Un abbigliamento intimo che valorizzi il fisico di un uomo lo rende, non solo più attraente agli occhi della compagna ma, anche maggiormente sicuro di sè. Un fisico perfetto, è ovvio dirlo, può permettersi davvero qualunque cosa ma dato che non tutti possono sfoggiare un fisico alla Stefano De Martino cerchiamo di capire che tipo di intimo maschile è in grado di valorizzare e, allo stesso tempo, occultare i difetti senza dimenticare le regole essenziali del buon gusto, per evitare delle inesorabili cadute di stile.

Tanga o perizoma: che orrore!

Che non vi venga assolutamente in mente di mostrarvi in tanga o perizoma. Nonostante sul mercato ne esistano di diversi tipi e modelli che sono tutti accomunati da un unico filo conduttore: lasciare il lato B ben in vista, direi che è un intimo da bandire, soprattutto se lo scopo è quello di apparire più attraenti. E’ scientificamente provato che anche un fisico maschile perfetto perde ogni tipo di attrattiva indossando questo genere di intimo. Quindi, a meno che il vostro scopo non sia quello di far scappare a gambe levate la persona che avete di fronte, evitatelo!

Lo slip: un classico senza tempo. Ma a chi sta davvero bene?

Lo slip sicuramente è preferito da gran parte degli uomini, per motivi di comfort e di comodità, soprattutto rispetto al boxer tradizionale, quello morbido e largo, ma decisamente è un indumento intimo che non tutti possono permettersi. Perfetto per chi ha un fisico atletico e proporzionato in quanto è in grado di esaltarne le qualità. Per chi ha un fisico super palestrato, invece lo slip andrebbe evitato perché si rischierebbe troppo di sortire l’effetto culturista. Mentre per gli uomini di medio/bassa statura, purché abbiano dei fisici asciutti, palestrati o meno, la scelta ideale per loro è proprio il classico slip, ancor meglio se con righe verticali, in grado di slanciarne la figura e farli apparire più alti.

Il boxer: la scelta perfetta per chi vuole occultare qualche difetto

Arriviamo al tanto discusso boxer. Prima di addentrarci nella discussione, cercando di capire a chi sta davvero bene, occorre fare una precisazione. Bisogna distinguere tra due diversi modelli di boxer:
-il classico boxer americano, quello che scende morbido e che non è il massimo della comodità, da indossare sotto i pantaloni o i jeans;
– il boxer aderente, quello leggermente più lungo del classico slip ma che di quest’ultimo presenta il medesimo comfort. Il boxer in cotone elasticizzato, grosso modo, si adatta perfettamente allo stesso tipo di fisicità richiesta per lo slip, quindi via libera a chi ha un fisico tonico e asciutto e a chi non è particolarmente alto. Il boxer americano, quello largo per intenderci, va bene invece per camuffare i difetti. Per cui si presta perfettamente ad essere indossato dagli uomini con fisici non proprio perfetti: ad esempio gli uomini robusti oppure quelli alti e magrissimi. Insomma, il boxer è stato appositamente pensato per i comuni mortali che non vogliono rinunciare a mostrarsi sexy agli occhi delle loro partner.

Prestate la giusta attenzione a tessuti, fantasie e colori

Scelto il modello giusto per voi, che sia slip o boxer, prestate la giusta attenzione ai tessuti. E’ preferibile il cotone o qualsiasi altro tessuto naturale e traspirante, anche perché si tratta di indumenti a diretto contatto con parti decisamente delicate. Per quanto riguarda le fantasie, non esagerate! Assolutamente banditi i colori troppo accesi e fantasie improbabili o peggio ancora animalier (tigrati o leopardati). Se il vostro scopo è quello di stupire, e avete una relazione che dura già da tempo, potete anche fare qualche scelta azzardata optando per una fantasia particolare o simpatica, se invece è il vostro primo approccio è meglio mostrarsi il più sobri possibile. I colori? se siete scuri scegliete colori che evidenzino il contrasto tra l’intimo e il vostro incarnato, se invece siete chiari prediligete tonalità delicate e colori pastello.